· 

Fiordo di Gerakas ed il villaggio di Kyparissi

Nessuno si è mai chiesto arrivato nel magnifico borgo di Monemvasia: "e più in là che c'è, finisce il confine?"

L'orizzonte non ti dà modo di percepire, il mare tutt'intorno, strade di ulivi, solchi di uccelli ed il pulsare lontano dell'infinito.

Una ventina di miglia a nord di Monemvasia si trova Gerakas , un  fiordo che sfocia  in un bacino di acque poco profonde e che ricorda quasi i grandi norvegesi.

E’  stato, nel corso dei secoli, nascondiglio di pirati e, al tempo dei Bizantini,  una strategica base navale.

I Veneziani protessero l’ingresso con una  grossa catena da cui, in italiano, il nome di  “Porto Cadena”.

Il villaggio sorge sulla riva settentrionale del fiordo e offre  una modesta banchina con alcune abitazioni e qualche taverna che propone  pesce di buona qualità. Un ambiente naturale splendido poco frequentato dal turismo.

Ecco, se non temete di affrontare tornanti che sembrano non finire mai; se volete scoprire luoghi dove relax sembra essere l'unica parola consentita dalla legge; se potete fare a meno dello struscio serale tra boutique e ristoranti; se siete amanti dell'arrampicata e del trekking ecco, se avete voglia di tutto questo, incamminatevi sulla strada che porta a Kiparissi: un'ampia baia circondata da alte falesie grigie ed acqua cristallina, ci si trova sulla terrazza di Cavo Kortia.

Potrebbe essere la degna conclusione di un viaggio nel Peloponneso.

 

Gerakas

A una distanza di soli 30 minuti da Monemvasia, il porticciolo di Gerakas racchiude un segreto strettamente custodito di straordinaria bellezza naturale. Unico nel suo genere, il fiordo della Grecia si trova nel punto più meridionale dell'Europa.

 

Nato da una laguna marina, questo straordinario luogo di bellezza è un paradiso per molte specie rare di uccelli e flora autoctona. Un tesoro per gli amanti del birdwatching in tutto il mondo. Lo scenario è reso completo dalle tipiche fattorie in pietra che abbelliscono il lungomare; qui puoi goderti il pescato del giorno in una delle poche taverne di proprietà dei pescatori locali.

dove mangiare

fish tavern avra

C'è davvero una vasta, per quel che può essere, scelta di taverne, tutte di pescatori che vi offrono il loro pescato giornaliero, prodotti tipici, olio corposo, vino locale, fresco bianco fermo.

La meraviglia qui sta nella semplicità delle cose, tavoli sulla banchina e una veranda al primo piano di una vecchia casa di pescatori che guarda il fiordo più lungo del Mediterraneo, un'area protetta dove i fenicotteri e altri uccelli arrivano ogni primavera. 

Il fiordo ospita soprattutto barche a vela o piccoli yatch che attraccano godendo della bellezza della natura nella sua forma più autentica e della pura poesia di osservare aironi pescare.

Il fiordo di Gerakas è unico nel suo genere in Grecia ed è il settimo più grande porto naturale del paese.

Una scaletta alla fine della passerella, aiuta l'immersione per chi, come me, non rinnega due bracciate in acque diverse, così calme, verde acqua, una scenografia che ti porta con la mente in luoghi straordinari ed inconsueti in terra ellenica.

 

kyparissi

Per chi volesse spingersi tra ripide montagne e tornanti spettacolari, si arriva a Kyparissi circa a 2ore da Monemvasia, un paradiso appartato posto tra i pendii scoscesi del Monte Parnon e il blu cobalto del mar Mirtoo.

Il paesino ospita circa 400 persone ed è nascosto sulla costa orientale del Peloponneso , tra Leonidio e Monemvasia, al termine di una panoramica strada di montagna. Fino al 1970 Kyparissi era accessibile solo via mare oppure a piedi, seguendo un lungo e ripido sentiero di montagna.

Mentre si snoda lungo ardue pareti e canyon lussureggianti, la strada è straordinariamente panoramica ma anche da capogiro.

Kyparissi è circondata da lunghi strati di roccia, quasi sorridenti forme di montagne, con volti scolpiti nel macigno, nel gigante di pietra, è veramente fenomenale, e ha tutto ciò che gli serve per diventare un luogo di arrampicata a livello internazionale.

Le falesie abbondano; la qualità della roccia è eccezionale; le condizioni per l’arrampicata sono perfette, soprattutto in primavera ed in autunno; l'ambiente è spettacolare ed autentico; la gente del posto gentile, poche strutture, due taverne,

non esiste né una banca, né un bancomat, né una farmacia, né un distributore di benzina.

Kyparissi Climbing Festival 

Ormai meta ambita da arrampicatori professionisti di tutto il mondo, l'evento organizzato dal Comune locale, con il supporto di The North Face, Vertical Life, e Zlagboard.

Ospite d'eccezione del festival solitamente è Angy Eiter, la quattro volte campionessa del mondo d’arrampicata sportiva. 

Il festival prevede una maratona di arrampicata durante il giorno, musica dal vivo e feste la sera.

Per info: Kyparissi Climbing Festival

 

Oppure esplora la splendida fauna selvatica sui sentieri da trekking intorno a Kyparissi.

Per info: Kyparissi Walking Tours

 

Kyparissi è il tipo di luogo di vacanza che se lo conosci, lo dici solo ai tuoi amici più cari perché hai paura di rovinarlo. Ma sarebbe davvero un posto difficile da rovinare solo a causa delle difficoltà per arrivarci. 

Kyparissi è un po 'così, citato in molte riviste greche, ed apparso nel libro I villaggi più belli della Grecia.

Pare che sia stata meta ambita da lady Diana per sfuggire alla quotidianità della sua vita.

Non è raro infatti incontrare giornalisti famosi o pittori illustri passeggiando tra le vie del silenzioso caratteristico ed antico villaggio.

workshop James foot

Una delle suggestive curiosità di questo angolo di paradiso è il workshop di pittura ad acquarello che si svolge all'interno e intorno al giardino di James, artista inglese, innamorato della terra ellenica che propone ai suoi ospiti un seminario d'arte, focalizzandosi sulla luce, l'ombra, il colore e le vedute sui tetti fino al paesaggio panoramico che circonda il villaggio.

Avete mai pensato ad una vacanza diversa, dove arte e natura fanno l'amore nell'oasi più lontana dalla civiltà odierna?

 

Per info jamesefoot@gmail.com 

                jamesfootwatercolours.com

Queste sono alcune delle tappe fuori dal contesto turistico, se si arriva dall'isola di Elafonissos o da Monemvasia e se si ha voglia di semplicità poetica.

Enjoy

Scrivi commento

Commenti: 0