· 

Simos Beach, la spiaggia più bella del Mediterraneo

Elafonissos piccolo paradiso nell'Egeo, si trova nella parte sud orientale del Peloponneso. ù

 

Abitata fino dal periodo neolitico si è trasformata in isola solo dopo un terremoto nel 375 ac.

Considerata la piu' esotica isola del Mediterraneo, regala ai visitatori un paesaggio straordinario con spiagge che non hanno nulla da invidiare alle caraibiche di sabbia chiara e fine con un mare turchese e dai colori cangianti.

La spiaggia di Simos è di sicuro la piu' famosa e potrebbe anche bastare come motivo per avventurarsi fino ad Elafonissos.

La troviamo nella parte sud-est dell'isola a circa quattro chilometri dall'unico villaggio abitato. Raggiungerla non è difficile visto anche le ridotte dimensioni di Elafonissos (19 chilometri quadrati)

Sbarcando nel piccolo porticciolo le indicazioni che si palesano davanti a voi vi porteranno fin da subito verso la perla del Peloponneso, la spiaggia di Simos, leggenda narra sia stata rifugio importante per i pirati, grazie alla sua posizione strategica ed alle sue lunghe coste sabbiose.

Attraversando l’isola, ci si inoltra nell’unica strada che la percorre per intera, passando da un paesaggio a volte roccioso, brullo ed arido scosso dal sole a volte verde e fiorito in contrasto con il blu. Ulivi, animali, uccelli, tartarughe di terra e di mare, flora e fauna rendono quest’isola un luogo da tutelare, infatti è interamente sotto la protezione dell’ente per la salvaguardia delle biodiversità: Natura 2000.

 

Arriverete ad un bivio in cui una strada vi porterà a Sarakiniko (la lunga spiaggia) meta ambita dagli amanti del vento e degli sport acquatici e l’altra a Simos, seguite le indicazioni per quest’ultima.

Arrivati in zona, troverete Asimos un punto ristoro che durante le sere d’estate offre musica a pochi passi dalla spiaggia ed un ampio parcheggio dove un sentiero con una scritta piu' che mai azzeccata “this way to Paradise”  vi accompagnerà, varcando un paesaggio desertico, in uno scenario mozzafiato.

Proseguendo sulla strada che porta a Simos invece, troverete le strutture di Cervi e Simos Paradiso, la prima una moderna location di ristorazione, la seconda una tipica e accogliente taverna economica. 

Entrambe offrono la possibilità di noleggio sdraio-ombrellone, vi consiglio di chiedere sempre prima i prezzi perché variano a seconda di posizione e stagione (li troverete aperti da Giugno a Settembre) e delivery direttamente in spiaggia.

Troverete anche un mini market ed un bar/self service nell’unico campeggio dell’isola, alla fine della grande gemella Sarakiniko.

 

Entrambe le spiagge offrono la possibilità di scegliere tra libera ed attrezzata, nel lato sud arriveremo nella spiaggia detta la piccola Simos, nel periodo estivo è molto frequentata in quanto molto adatta alle famiglie ed agli amanti della comodità, la parte nord invece chiamata Sarakiniko o più semplicemente la grande Simos, la gemella piu’ ampia, è piu' tranquilla e prevalentemente libera. 

 

Questa maestosa meraviglia, oltre ad esser formata da sabbia di velluto bianca e rosa ed un mare dalle mille sfumature di blu, ha una particolarità unica: la spiaggia è divisa in due da un promontorio creando una lunga striscia che separa la parte a ovest da quella a sud-est,

due mezzelune bianche che si toccano dandosi alla spalle una penisola che si tuffa in mare e che mare! 

Salendo a piedi sull’istmo che divide le spiagge, fra il profumo del rosmarino selvatico e la bellezza dei gigli bianchi tipici del mediterraneo che sfioriscono evanescenti al sorgere di ogni luna , potrete ammirare un panorama celestiale e surreale, due specchi d’acqua cristallina che si sfiorano, divisi solo da una lingua di sabbia bianca, signore e signori ecco a voi le spiagge gemelle più belle del Mediterraneo: Simos e Sarakiniko.

Catapultati in un paesaggio contornato da immense, rare dune di sabbia e antichi ginepri secolari disegnati dal vento da un lato e l’immensità delle sfumature di Blu dall’altro.

Chilometriche spiagge fanno di lei il paradiso per gli amanti della meditazione, del relax, del silenzio e della vita a stretto contatto con la natura. Non a caso negli anni '70 era meta ambita di hippie, lontano dai grandi resort, dalle discoteche,  da spiagge affollate e. dall'uniformità del mondo globalizzato, pensandoci bene non ci farebbe male neanche oggi.

Nelle calde notti d’estate la spiaggia di Simos diventa scenario ideale per poter osservare la via lattea, grazie ad un cielo pulito e non sporcato da artificiale luminosità. Il buio accompagna il suono del mare in un valzer lento immersi nella natura incontaminata.

 

Il periodo più affollato è ovviamente Agosto, ma se la si vuol scoprire nella sua più selvaggia anima, consiglio per chi ne avesse la possibilità i mesi di Maggio, Giugno, Luglio, Settembre o Ottobre.

La bellezza del luogo è all’altezza del termine: Paradiso.

 

 

  

Fra

Scrivi commento

Commenti: 0